lunedì 26 aprile 2010

L'arte di mollare la bici (2)

Qualcuno si ricorda questo post?
Beh, da ieri pomeriggio anche la seconda bici è andata.

7 commenti:

  1. Certo che me lo ricordo! Qui la passioone per la bici ci sta contagiando tutti e si sta pensando di portare il Grande alla Maratona delle Dolomiti for Kids!

    RispondiElimina
  2. eh ma l'altro link non mi si apre...

    RispondiElimina
  3. la cosa che più colpisce è la disinvoltura :-)

    RispondiElimina
  4. @laura ddd: per anni ho rincorso l'idea di poter partecipare alla Maratona, un giorno... poi però mi è mancata la preparazione!!! ;-)

    RispondiElimina
  5. la 'povna sorride, ed è andata a rileggersi l'altro post. non può identificarsi, perché non sa. si chiede se in qualche modo alcune volte non si debba far così anche a scuola. ma soprattutto ricorda una terrazza, in una casa bella e amatissima, con un giardino da giardino segreto. e tanti adulti in casa, alla finestra. o forse no. e due bimbe, una grande e una piccola. fu la grande a dire alla piccola "io ti reggo". e, da qual momento, la bici divenne parte di lei.

    RispondiElimina
  6. me li ricordo tutti e due i "via" senza rotelle dei Furibondi... e dell'amico Cubo, che sostenni io, perchè la mamma rischiava l'infarto solo all'idea :-D

    RispondiElimina
  7. @povna: fantastico strumento la bici, ci passan dentro i sogni, i ricordi, le emozioni di tanti di noi e sotto le ruote tanta strada quanto una vita intera...

    @erinni: certo, ci vuole coraggio a saper scoccare la freccia, a lasciarli andare.

    RispondiElimina

Link Within

Related Posts with Thumbnails