lunedì 12 marzo 2012

Le mamme blogger se stanno a allarga'

Lei è elasti.
Chi non la conosce... Ecco, appunto, chi non la conosce?
Sarebbe la mamma degli hobbit ma in realtà è la mamma di tutti noi, genitori blogger (non solo mamme), la capostipite di una intera genìa che ha invaso il web.
Insomma, senza farla troppo lunga e troppo celebrativa (in realtà il mommy blogging viene da più lontano, dagli USA soprattutto), da queste parti è stata lei una delle prime e, senza dubbio, la più seguita.
Qui.
Così tanto seguita che persino il Quirinale se n'è accorto.
Io invece, del fatto che persino il Quirinale se ne fosse accorto, me ne sono accorto solo ora, qui. Perdo colpi, con l'autoaggiornamento mediatico, lo ammetto.
E mi sembra una gran bella cosa. Intanto perché se hanno nominato elasti "Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica" vuol dire che anche le Istituzioni (o almeno alcune) cominciano a guardare un po' oltre il loro stesso naso.
Poi, trovo anche molto interessante (rivoluzionario, forse?...) che ad una persona normale, per il solo fatto di essere genitore, venga riconosciuto un merito. Non è poco come cambiamento di rotta, come messaggio inviato all'opinione pubblica.
Infine, elasti scrive divinamente (prima ancora di «aver contribuito, con il suo personaggio di "mamma elastica", a diffondere un'immagine ironica e intelligente delle sfide quotidiane che deve affrontare una donna che è insieme professionista e madre» come recita la motivazione ufficiale) ed è stata lei stessa motore di un cambiamento, anche di una forma di coraggio che ha aiutato tant* altr* genitor* a guardarsi e a raccontarsi, cercando la condivisione delle proprie esperienze.
(E' vero: c'erano anche altri genitori, pare, insigniti tutti della stessa onorificenza. Ma elasti è elasti, proprio una di noi).
E allora: brava, Claudia. E tante grazie a te!

14 commenti:

  1. Quello che mi piace di Elasti che seguo su D de La Repubblica (da non madre)è che parla di sè ed essendo se stessa è anche madre e non c'è nulla di mistico, di autocelebrativo. A leggere alcuni blog di mamme pare che siano state profuse dallo spirito santo per il solo fatto di essere state baciate dalla maternità e che tutto ruoti attorno ad essa.

    Ora verrò sommersa da chili di "che ne vuoi capire tu", ma tant'è

    RispondiElimina
  2. @amanda: è esattamente quel che dici tu, elasti non si celebra, niente spirito santo. Vale la stessa regola per me: essere genitori non ha niente di "magico", "santo", ecc. E' una scelta, qualche volta faticosa, sempre incognita. Nel senso che è un mestiere che si impara facendolo. Leggere decine di manuali per "prepararsi" non serve a un ciufolo: la vita vera, quando poi accade, scarta sempre da qualsiasi manuale. Raccontarla, come fa lei, è una gran cosa. Per questo mi son permesso di "celebrarla", scherzandoci un po' su, a cominciare dal titolo! Ciao e grazie, come sempre! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elasti, ma sei tu?! (e svenne).

      Elimina
    2. no, è mia cugggina che poi è anche il mio ghost writer. :-P

      Elimina
  3. mitico l'abbiamo evocata ed scesa meglio dello spirito santo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amanda, toccherà baciare la terra dov'è passata! Ma come si fa a baciare la terra, su un blog?!?!?!

      Elimina
  4. io per non saper né leggere né scrivere sto baciando lo schermo :D

    RispondiElimina
  5. Desian scusa ma su che fuso orario è sincronizzato il tuo blog? guarda gli orari, mica c'ho tempo di scrivere all'una di notte, dormo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @amanda: veramente non lo so cosa stia succedendo. Se vado nella mia pagina dei commenti (quella nella bacheca, non quella pubblica) gli orari sono giusti. Qui invece sono completamente sballati. Non sarà mica un problema di blogger? Boh.......

      Elimina
  6. Credo che la ricetta di elasti sia poi quella che ricordi: scrive divinamente; è brava. Anche io sono stata molto contenta dell'evento (e basta vedere come ha gestito lei il racconto del tutto rispetto ad altri casi di blogger degli anni passati, per pensare che la rivoluzione, se c'è, la facciamo noi, fa' ciò che devi, con Mazzini).
    Da parte del Quirinale ho trovato rivoluzionario, invece, che si sia invitato a data l'onorificenza a un uomo, per la prima volta. Era ora. Niente quote rose. Solo sano individualismo e competenza sulle cose!

    RispondiElimina
  7. Concordo pienamente con il tuo post.

    RispondiElimina
  8. con tutti i salti mortali che io e la mia compagna dobbiamo fare per far quadrare due lavori e la Nana, fa un sacco di piacere che chi racconta certe epopee possa fungere da simbolo per una sensibilità nuova.

    RispondiElimina
  9. Ciao, bellissimo blog, se nn disturbo ti invito al mio giveaway dove potresti vincere i prodotti di ITALMAMI, che offre ben 3 premi a scelta all'unico e fortunato vincitore, scade il 12/04/2012
    http://lacreativitadianna.blogspot.it/2012/03/6-giveaway-vinci-i-prodotti-di-italmami.html
    Se ti va, ti aspettiamo...nel mentre ti auguriamo Buona Pasqua. Ciao e a presto^_^

    RispondiElimina

Link Within

Related Posts with Thumbnails